Settimana cortissima per la Lowengrube AdMaiora che mercoledì torna in campo, sul parquet del PalaZauli
di Battipaglia, senza i galloni di favorita ma con la voglia di dare continuità al momento magico che sta
contraddistinguendo la stagione delle rossoblu. Gara oltremodo ardua quella che attende le ragazze di
Palagiano che partono alla volta della Campania con l’obiettivo indossare nuovamente il vestito da
ammazzagrandi.
Battipaglia è compagine di spessore, lo sa bene la pivot Arianna Capriulo, rientrante dopo un lungo stop,
che ha prima analizzato il prossimo impegno e si è poi soffermata sul proprio momento personale: “Sabato
abbiamo portato a casa un risultato fondamentale – attacca la giocatrice tarantina -, che oltre a migliorare
la nostra classifica ci ha permesso di accrescere la convinzione nelle nostre potenzialità. È stata un incontro
intenso, difficile, come tutti in questo campionato ma ciò che ci ha consentito di vincere è stato il gruppo, lo
spirito di squadra. Siamo più affiatate, riusciamo ad esprimerci meglio a livello corale, stiamo crescendo e
credo che finalmente stia iniziando a vedersi la vera AdMaiora”.
Sguardo all’immediato futuro per Capriulo che messi alle spalle i problemi fisici è smaniosa di rientrare e si
candida per un posto da protagonista sin dal match che si disputerà in terra campana: “Ho subito un
infortunio che mi ha tenuta lontana dal campo per un po’ di tempo, il coach ha voluto poi preservarmi ma
finalmente sono riuscita a superare questo periodo. La voglia è tanta e mi sento pronta. Nonostante il
pochissimo tempo a disposizione per preparare l’impegno sono carica e determinata a dare il mio
contributo. Dove possiamo arrivare? In alto – risponde senza mezzi termini la pivot -, le ultime due vittorie
sono state un’iniezione di fiducia. Vogliamo vincere a Battipaglia e continuare la nostra scalata. Sappiamo
perfettamente che in Campania ci attende una gara tosta, contro un compagine ben costruita e composta
da atlete che hanno militato anche in Serie A. Servirà come al solito massima concentrazione e cura dei
dettagli. Incontriamo una squadra molto forte ma le sensazioni sono assolutamente positive”.
Le fa eco coach Palagiano che non guarda classifica e serra le fila: “Sarà una sfida dura, come tutte d’altra
parte in questo campionato che si sta rivelando avvincente ed equilibrato. Battipaglia ha un roster giovane,
ma che comunque annovera una buona dose di esperienza. Parliamo di una piazza con tradizione che punta
senza mezzi termini a vincere questo torneo, la riprova sta nel fatto che queste giocatrici si allenano
regolarmente con la squadra che disputa la Serie A/1. Se guardo in casa mia, vedo un gruppo che vola sulle
ali dell’entusiasmo – ha confessato il tecnico -, le due vittorie con Bari e Scafati ci hanno fatto crescere”.
Il rovescio della medaglia però riguarda le diverse defezioni con le quali l’AdMaiora deve fare i conti. “A
Giorgino, uscita malconcia dalla contesa di sabato, si è aggiunta che Palmisano che ha accusato un
risentimento muscolare e non sarà della partita. Questo non cambia i nostri piani, andiamo al PalaZauli per
giocarcela con serenità e convenzione. Vogliamo tornare a Taranto con un risultato importante”.