La Lowengrube compie il blitz a Caserta e balza al 3° posto, momentaneamente in classifica, in attesa dell’importantissimo derby salernitano d’alta quota, Scafati – Battipagliese di domani, 4 febbraio, ore 21.00, sul neutro di Angri.
La trasferta campana nascondeva delle insidie per la compagine ionica che proveniva da tre vittorie consecutive e Palagiano, non fidandosi della formazione locale, metteva in guardia le sue atlete nel prestare la massima attenzione.
La JuveCaserta, sconfitta ad una manciata di secondi, sempre al Palasport di Viale Medaglie d’Oro, la scorsa settimana per un solo punto dal Potenza, era altamente vogliosa di riscattare il bruciante stop subito.
Al fischio di inizio dei signori Di Rienzo e Moriello, coach Palagiano schierava il solito, agile, quintetto composto dal play Armenti, le ali Alessia De Mitri e Lacitignola, mentre nell’area pitturata delle locali il compito della lotta sotto le plance era affidata a Palmisano e Ciminelli. Le locali di coach Palmisani opponevano un “five” composto da Scarpati, Gulia, Cocchiarella, Sollitto e De Rosa.
Inizio di gara fulminante per la Lowengrube con un parziale netto, nonché deciso, piazzato con un terrificante 11 a zero, grazie a Ciminelli, Alessia De Mitri, Palmisano e Lacitignola, a cui rispondevano, nell’intento di contenere le rossoblu, Merola, Iorio, Sollitto e De Rosa ma, al 1° mini intervallo, le ioniche erano in vantaggio con eloquente + 19 (30 a 11).
Alla ripersa del gioco, nel secondo quarto, la Ad Maiora, tentava un ulteriore allungo, con la devastante Palmisano (17 punti di bottino personale), assistita dall’agile e chirurgica Ciminelli (15 punti complessivi realizzati) che non permettevano alle casertane la pur minima possibilità di rientrare in partita, anzi il gap , in favore delle tarantine, aumentava fino al +25 (43 a 19).
Nel terzo quarto, l’opera martellatrice delle rossoblu nei confronti della difesa locale non dava scampo alla formazione di Palmisani ed il bottino personale delle ragazze di Palagiano veniva rimpinguato. Alla vigilia dell’ultimo quarto, la Lowengrube otteneva, prima il massimo vantaggio della partita (+ 38 sul punteggio di 54 a 26), quindi alla sirena di fine quarto, erano 34 i punti di vantaggio sulle padrone di casa (64 a 30).
Nell’ultimo periodo, con la gara in ghiaccio, Palagiano dava spazio a tutte le sue atlete ed era l’occasione per le under di mettersi in mostra e bagnare la prestazione con l’iscrizione nel tabellino delle marcatrici, come per le giovani Federica De Mitri (una bella conclusione da due, con l’avversaria intenta ad impedirle la visuale) e per la giovanissima (classe 2005) Cimmino che, fredda dalla linea del libero, realizzava il primo punto in un campionato senior.
Finiva così con il successo ionico con uno scarto di + 37 (76 a 39), in una serata in cui le mani calde di Palmisano, Ciminelli, Lacitignola ed Alessia De Mitri demolivano la difesa locale e permettevano alle rossoblu, momentaneamente, di issarsi al 3° posto in attesa del recupero Scafati – Battipaglia del prossimo 4 febbraio. Infatti i risultati provenienti da Battipaglia (stop del Salerno), Capri (sconfitta di Scafati di soli sei punti, al cospetto della capolista), Corato (vittoria dello Stabia, al termine di una gara molto combattuta) nonché la vittoria del Bari (al PalaPergola di Potenza), lasciavano invariata la distanza dalla settima posizione (prima delle escluse dai play off), occupata, attualmente dalle baresi di coach De Bellis, lontane sei punti dalla Lowengrube, ma in compenso le giornate di campionato (stagione regolare) sono ora soltanto quattro, quindi il sogno play off, lentamente ed inesorabilmente, si sta materializzando tanto che già, sabato prossimo, 8 febbraio, alle ore 18.30, al Palamazzola contro il Corato di coach De Nicolo, ci potrebbe essere la matematica certezza di essere tra le protagoniste della lotteria per la A/2, però in questa occasione ci vorrà, per le ragazze tarantine, il sostegno del caloroso pubblico dello storico tempio del basket in rosa, componente essenziale in questa circostanza, ne siamo certi, che non verrà a mancare.
Juve Caserta Academy – LOWENGRUBE Ad Maiora Basket Taranto 39 – 76 (11 -30, 19 – 43, 30 – 64)
JuveCaserta: Scarpati, Gulia 5, Cocchiarella 2, Merola 2, Iorio 7, Mattera 11, De Rosa 2, Sollitto 5, Tesone 2, Moroso 3, Prota. (All. Massimiliano Palmisani – 1° ass. all.re Guido Zamprotta)
LOWENGRUBE Ad Maiora: Armenti 9, Milicevic 8, A. De Mitri 11, Caminiti, Palmisano 17, F. De Mitri 2, Lacitignola 11, Ciminelli 15, Tolardo 2, Cimmino 1. (All. Fabio Palagiano – 1° ass. all.re Lamberto Vernaglione).
Arbitri: Roberta Di Rienzo di Caserta e Luca Moriello di Marcianise (Caserta)
CLASSIFICA DOPO LA 5^ GIORNATA DI RITORNO
Olimpia Capri P. C.Pecoraro 24, Pol. Battipagliese 20 (*), LOWENGRUBE Ad Maiora Basket Taranto 18, GIVOVA Ladies Free Basketball Scafati 18 (*), BANCA STABIESE Basket Femminile Stabia 18, TODIS Salerno Basket 92 14, Pink Sport Time Bari 12, Pol. N. Matteotti Corato 10, JuveCaserta Academy 2, Basilia Basket Potenza 2.
(*) una gara in meno. Il match Scafati – Battipagliese si disputa martedì 4 febbraio 2020, ore 21.00 sul neutro di Angri (Salerno)
LOWENGRUBE AD MAIORA BASKET TARANTIO
Fabrizio Di Leo